Una delusione chiamata iPhone 5c

apple-stock-5

le reazioni dei mercati alla conferenza di ieri di Apple in cui annunciava le novità: non hanno preso affatto bene le promesse non mantenute!

Dopo le attese rispetto alle novità di Cupertino nelle scorse settimane il tutto si è rivelato poco più che un Bluff tecnologico ed una operazione di marketing abbastanza maldestra che ha portato a risultati negativi.

Le indiscrezioni avevano fatto puntare gli occhi di tutti sull’iPhone 5c che doveva essere una versione low cost dell’iPhone 5 con materiali più economici, dimensioni ridotte ma uguali prestazioni.

Alla fine però lo Smartphone entry-level Apple non è affatto entry level, dato che negli States costa 99$ con un contratto ma che il prezzo di mercato di un device libero è di 549 $, prezzo che in Europa arriva e supera i 550 euro. Non è così che la Mela può fare concorrenza ai dispositivi Android, sopratutto alla Samsung che spadroneggia nei mercati europei, e su tanti concorrenti magari di livello molto inferiore ma che hanno il predominio sui Paesi Emergenti in cui solo i più ricchi possono permettersi un iPhone.

Se confrontiamo ad esempio un Galaxy Mini con un iPhone 5c il rapporto qualità prezzo è a favore del Galaxy Mini: se Apple avesse operato una scelta simile si sarebbero avverate le previsione degli analisti di mercato di un rialzo del 25% e di uno sconvolgimento del mercato. Il mercato però non è stato affatto sconvolto ed Apple non ha ottenuto niente: praticamente ha contravvenuto alla regola di Steve Jobs, quella che ha fatto affezionare al marchio i più fedeli consumatori, cioè offrire sempre il top del mercato.

Ora l’iPhone 5c non è ne il top del mercato ne è in fascia bassa…sicuramente negli Usa con un contratto e 99 dollari in un Paese in cui la telefonia è molto più liberalizzata ed economica che in Europa sarà un telefono che conquisterà molti giovani, ma nei mercati in cui Apple perde di fronte alla concorrenza questo 5c è un buco nell’acqua…

Apple paga il prezzo di aver fatto tutto rumore per nulla sui mercati azionari, perdendo il  2,87%  del valore delle azioni. Proabilmente l’annuncio di domani degli accordi con China Mobile per portare i melafonini ad essere accessibili, tramite contratto, a più tasche asiatiche, risolleverà le sorti finanziare di Cupertino, ma resta la delusione dei tanti fan di tutto il mondo che si aspettavano sinceramente qualcosa di più…

Vincenzo Romano

Da anni freelance nel settore della comunicazione e del marketing sia offline che online, con diverse esperienze in diversi campi dagli eventi ai social media, dalle relazioni pubbliche al copywriting. Da piccolo voleva fare l'archeologo, da grande lo scrittore. Seguimi su e Pinterest.

More Posts - Website

Follow Me:
TwitterPinterest

2025 days ago